Pompa di Calore: Funzionamento e costi

Pompa di calore: Funzionamento e costi

Nel nostro blog dedicato ai sistemi rinnovabili non possiamo non parlare della pompa di calore. Questa apparecchiatura è in grado di sfruttare aria, acqua e terra garantendo un buon risparmio energetico. Utilizzando una minima parte di energia elettrica o di gas, infatti, la pompa di calore è in grado di produrre una maggiore quantità di energia termina: nello specifico, questa tecnologia può convertire 1 kWh di energia elettrica, trasformandola fino a 5 KWh di energia termica. Ma non finisce qui: infatti, le pompe di calore non sono buone solo per riscaldare una stanza, ma anche per rinfrescarla usando un procedimento inverso e lavorando esattamente come un comune climatizzatore.

Avete presente come funziona un frigorifero? Ecco, la pompa di calore lavora nella maniera inversa.

Il procedimento è molto semplice: la temperatura viene prelevata da un ambiente per poi venire innalzata dalla pompa di calore stessa per ottenere maggior calore. Chiaramente, grazie alle pompe di calore è possibile assimilare il calore proveniente dall’esterno per mantenere caldi gli ambienti di una casa. Grazie a questa tecnologia è possibile risparmiare anche sull’energia che viene effettivamente consumata, perché non tutto il calore prelevato viene impiegato per riscaldare gli ambienti di un’abitazione.

Se poi viene unita la pompa di calore con il ricorrere alle energie rinnovabili, come il fotovoltaico, allora possiamo arrivare con facilità ad un completo abbattimento dei costi, poiché l’energia generata permette di produrre autonomamente anche il riscaldamento dei caloriferi e dell’acqua!

 

POMPA DI CALORE: COME FUNZIONA

Le pompe di calore funzionano grazie all’impiego di un compressore che serve a creare differenza di pressione grazie alla quale il calore viene generato. Prima però devono compiersi determinati passaggi: per prima cosa, l’evaporatore deve aspirare il fluido refrigerante che andrà poi ad evaporare per la bassa pressione, accumulando il calore.

L’energia termica deve essere compressa e poi inviata al condensatore, dove evaporerà per la bassa pressione, favorendo così l’accumularsi del calore. Solo allora l’energia termica verrà compressa e inviata al condensatore e per l’effetto della stessa condensazione l’alta pressione rilascerà tutto il calore. A questo punto il gas del liquido refrigerante tornerà ancora una volta allo stato liquido, pronto ad iniziare nuovamente il ciclo passando attraverso la valvola di laminazione per tornare allo stato gassoso. Lo stesso processo, opportunamente invertito, verrà utilizzato durante l’estate per produrre aria fresca.

 

A proposito… lo sai che la pompa di calore rientra all’interno dell’Ecobonus delle detrazioni fiscali 2018? CLICCA QUI per saperne di più!

 

POMPA DI CALORE: QUALE UTILITÀ

Innanzitutto, utilizzando la pompa di calore non dovrai più dipendere dal gas per il riscaldamento, eliminando finalmente tutti i costi della bolletta. Oltre a ciò, la pompa di calore permette di abbattere i costi della manutenzione annua, non dovendo più fare i conti con il monossido di carbonio, con un conseguente aumento della sicurezza all’interno della abitazione! In aggiunta a tutto questo, con un solo impianto potrai riscaldare o rinfrescare gli ambienti della tua casa, azzerando tutti quegli inutili costi di duplicazione degli impianti…. Comodo, no?

 

QUANTO COSTA UNA POMPA DI CALORE?

Una pompa di calore del tipo più costoso, ovvero quella aria/acqua, ha un prezzo che si aggira tra i 6 ai 10mila euro, ma occhio agli incentivi. Grazie all’Ecobonus, infatti, il costo effettivo diventa poco più di 2mila euro, che dovrebbe ripagarsi da solo in meno di 3-4 anni grazie al risparmio in bolletta.

Ma come fare a trovare la soluzione più conveniente e adatta alle tue esigenze? Il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un tecnico specializzato in grado di fornire una prima valutazione. Questi, dopo un sopralluogo gratuito e senza impegno, può indicarti la soluzione e l’incentivo che meglio si adatta alle necessità della tua casa. Ovviamente è sempre meglio confrontare più parere, perché le varie soluzioni possono variare di molto. L’importante è non fermarsi a valutare l’offerta basandosi solo sul prezzo iniziale: non dimentichiamoci mai che quello che conta davvero è il ritorno dell’investimento nel tempo e i benefit che ne deriveranno!

In generale possiamo dire che, in media, il costo della pompa di calore può tranquillamente ripagarsi da solo in 4 anni e generare un risparmio di circa 15 mila euro, il tutto al netto delle spese.

Prima di darci appuntamento alla prossima guida, desidero invitarti a dare un’occhiata alla promozione ZeroPensieri, la soluzione  di Gruppo Fondiario Italia che ti permette di avere una gestione concreta e di qualità nella utenze domestiche di luce e gas. Si tratta di una soluzione che coniuga i vantaggi degli Energy Kit con i prodotti per l’efficientamento energetico, oltre a bloccare il costo della materia prima delle bollette di luce e gas gratis fino a 10 anni. Un’ottima soluzione per ricevere gratuitamente anche l’energia che serve ad alimentare il climatizzatore!

Grazie agli impianti di Gruppo Fondiario Italia e alle tecnologie studiate per il risparmio energetico che abbattono i consumi in modo importante (ovvero l’impianto fotovoltaico, il sistema ibrido, la Domotika, la caldaia e la pompa ACS) e alla collaborazione con Patavium Energia – fornitore di energia elettrica e gas, e partner tecnologico commerciale del Gruppo Fondiario che opera nel settore dell’efficientamento energetico delle abitazioni – è possibile azzerare le bollette relative ai consumi!

Esattamente: azzerare. Perché acquistando un impianto fotovoltaico di nuova generazione riceverai in omaggio l’Energy Kit che ti consente di avere la bolletta a zero per 10 anni!

Ti presento le quattro card speciali che compongono l’Energy, pensate appositamente per abbattere i costi delle tue utenze. Abbiamo dunque ZEROLUCE (che permette di tagliare le voci di costo relative ai consumi dell’energia elettrica), BONUSLUCE (la soluzione che ti aiuta ad azzerare tutte le spese accessorie generate dalle utenze dell’energia elettrica fino ad esaurimento del bonus), ZEROGAS (la card che ti permette di tagliare le voci di costo relative ai consumi del gas) e BONUSGAS (la soluzione che ti aiuta ad azzerare tutte le spese accessorie generate dalle utenze di gas naturale fino ad esaurimento del bonus).

Con la nuova promozione ZeroPensieri puoi richiedere l’analisi gratuita del consumo energetico della tua casa. CLICCA QUI per saperne di più!

QUI invece trovate la nostra guida sulla caldaia a condensazione, più efficiente di quella tradizionale perché in grado di sfruttare alcune tecnologie particolari in grado di usare in maniera sempre più efficiente il gas che brucia. Comodo, no?

Se l’argomento ti interessa e desideri approfondirlo, allora ti consiglio di dare un’occhiata anche al nostro articolo sugli impianti fotovoltaici che troverete seguendo QUESTO LINK.

SCOPRI QUI tutta l’offerta di Gruppo Fondiario Italia dedicata agli impianti fotovoltaici!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *